Tag-3-Genua--Chiari-1
 |  |  | 

Giorno 3 – cos’altro è successo a Genova

Genova sembra composta da vicoli stretti e alti. Che però funzionano dritti. Ma dato che in qualche modo si arriva spesso al punto di partenza, probabilmente non lo sono.

0 0 votes
Article Rating

Il check-in all’Hotel Palazzo Grillo è stato fatto da una giovane signora asisatica. Ero infastidito dal fatto che ogni hotel che avevo scelto negli ultimi giorni aveva un posto auto elencato come caratteristica in booking.com.

Il parcheggio dell’hotel …

Oggi, come nei giorni precedenti, il parcheggio era lontano dall’hotel, precisamente all’Acquario di Genova. Secondo Google, la passeggiata è teoricamente fattibile in 6 minuti. Ma Genova sembra costituita da strade strette e alte. Che però funzionano dritti. Ma dato che siamo sempre arrivati al punto di partenza, probabilmente non lo sono.

Escursione nel razzismo

Allora ho detto alla signorina, un po’ seccata, che non si poteva certo parlare di un parcheggio nell’hotel. Mi ha risposto che era solo un parcheggio partner dell’hotel. E così gli appartiene. Le ho risposto che l’hotel era a Pechino. E il parcheggio di Shanghai. Troverebbe ancora giustificabile fingere che il parcheggio appartenga all’hotel? Mi ha sorriso e mi ha detto: “Non sono cinese”. In un lampo, mi sono reso conto che ero appena diventato un razzista quotidiano. Ovviamente, il mio subconscio aveva scelto queste grandi città cinesi solo perché la mia controparte mi sembrava cinese. Imbarazzante …

La suocera più istruita di tutte aveva raccomandato il centro storico di Genova per una visita turistica. Siamo arrivati solo fino a dietro la cattedrale di Genova. Le sedie a sdraio del Café Douce in Piazza Giacomo Matteotti erano troppo invitanti. Un’intera fila con vista sul Palazzo Ducale, dove una mostra su Monet è ancora in corso per qualche giorno.

Tag-3-Genua--Chiari-1
Piccolo balletto di gru a Palazzo Ducale

A quanto pare, però, si stava già preparando il prossimo evento, perché 8 uomini erano impegnati a gesticolare ad alta voce su come poter manovrare questa enorme scatola di legno grigio nel Palazzo.

Pessimismo tedesco vs. Collettivo italiano

L’attrezzatura disponibile era un’enorme gru idraulica e una piattaforma di sollevamento che permetteva all’operatore della gru di controllare la gru da una buona posizione di osservazione. L’obiettivo di tutto questo era una grande porta del patio sopra l’ingresso a pilastri.

Giorno-3-Genova-Palazzo-Ducale-1
La scatola deve salire – funziona?

Da vecchio scettico, sono stato subito della ferma opinione che questo non avrebbe mai e poi mai funzionato. Il fissaggio della scatola di legno potrebbe essere chiamato improvvisato nel migliore dei casi. E l’apertura nel palazzo era ovviamente troppo piccola per l’enorme scatola. Ho fatto il mio piano di evacuazione personale …. Ed è arrivato come doveva: il gruista ha fatto oscillare la scatola gigante in un’elegante semi-parabola proprio nell’occhio del toro. Ed è stato un adattamento perfetto. Zitto, scimmia morta …

Giorno-3-Genova-Cena-Notte-1
Il Cavaturaccioli ha una cucina sorprendentemente buona!

Ristorante a Genova

Questa sera Josh aveva il difficile compito di trovare un ristorante con le premesse: “buono” e “posti a sedere all’aperto”. Non tutto è andato bene, abbiamo camminato – come tutto il giorno a Genova – per le strade strette. Che poi in qualche modo si ripetevano sempre. Per caso, siamo finiti da“il cavaturaccioli“.

In Italia, si fa una distinzione relativamente stoica tra bar e ristorante. Quindi eravamo scettici su come sarebbe stato il cibo. Ma: super! Buona cucina semplice. Presentato perfettamente!

Caprese freschissima per Josh, ho avuto – completamente folle da un punto di vista italiano – ravioli al burro e salvia come “primo” e un’amatriciana meravigliosamente condita come “secondo piatto”. Prima c’erano piccoli antipasti con pane pizza o pasta. Il servizio è stato estremamente piacevole, in breve: siamo stati molto soddisfatti!

Tornati all’hotel, abbiamo prima ispezionato le camere. La grande biblioteca con un’impressionante altezza del soffitto. E immagini della suite maisonette con scale fino al letto. C’è anche il piccolo bagno carino con le vecchie travi del soffitto.

In termini di prezzo, eravamo di nuovo a 120,- – 180,- euro, che ho trovato assolutamente giusto e ragionevole.

La mattina dopo proviamo spontaneamente la colazione. In realtà, costa 12,- Euro in più, ma come piccola misura di vendita è stato ridotto a 10,- Euro durante il nostro soggiorno… A causa della nostra decisione spontanea, abbiamo potuto scegliere solo una delle 5 diverse colazioni. Forse è stato prodotto esternamente? Non ne ho idea. Era buono? Hmmm … Mettiamola così: il posto sulla terrazza sul tetto giustifica il prezzo molto più della qualità della colazione. D’altra parte: L’Italia è famosa per la sua colazione? Un chiaro ed enfatico NO, quindi per 10 euro va davvero bene.

Ma cominciamo a non vedere l’ora di fare una buona colazione, un ottimo croissant, forse anche caldo? E si avvicina, perché oggi si parte per la Francia!

Se ti è piaciuto, sentiti libero di scriverlo in un commento qui sotto. Se non vuoi perderti niente, iscriviti alla newsletter. Oppure seguimi su Instagram o LinkedIn!

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments